giovedì 6 dicembre 2012

Zuppa di cipolle


Oggi mi trovavo dalle parti di corso Buenos Aires a Milano, camminando mi sono imbattuta in una casa museo in via jan..mai vista prima di oggi! Sono rimasta basita, avevo un pò di tempo a disposizione e ho approfittato per andare a curiosare. Ho visitato la casa museo Boschi Di Stefano, una mostra deliziosa di opere d'arte del XX secolo allestita in un appartamento. L'ingresso è gratuito ed ho saputo che ci sono diversi siti di arte in Italia dove l'accoglienza è curata dai Soci del Touring Club. Vi lascio il link www.apertipervoi.it
Soddisfatta di questa piacevole esperienza, vi lascio la ricetta di una zuppetta che ho sperimentato oggi. Una buona zuppa di cipolle, tipo quella francese, ma diciamo tipo...

Ingredienti:

3 cipolle grosse
un litro di brodo vegetale
3 cucchiai di farina
una spruzzata di cognac ( facoltativo )
un cucchiaino di zucchero
1 pizzico o 2 di sale 
olio extravergine di oliva
pepe a piacere

formaggio tipo raclette o contadino e gruyere
parmigiano grattato
fette di pane, anche pancarrè tostato

 Come prima operazione mettevi degli occhiali...no vabbè bisogna tagliare a fettine sottili le cipolle e la lacrima sarà garantita. Poi, si fanno cuocere circa 15 minuti in padella aggiungendo lo zucchero e il sale. Verso la fine sfumiamo con un bicchierino di cognac.
 A questo punto aggiungiamo i 3 cucchiai di farina e mescoliamo bene, circa 2 minuti.
Aggiungiamo in seguito il brodo vegetale e facciamo cuocere per 30 minuti.
Se vi piace aggiungete del pepe.
 Versiamo infine la zuppa in terrine che possono andare in forno, mettiamo il formaggio tagliato a fette,
il pane tostato e cospargiamo con il parmigiano grattato. Inforniamo e facciamo gratinare per 5 minuti.

8 commenti:

  1. Per le cipolle non ho mai avuto difficoltà e quindi questa tua ricettina me la copio per una buona zuppa serale.
    Grazie per la tua visita al mio blog, buona serata
    Mandi

    RispondiElimina
  2. Sentirai che bontà e quanto è digeribile!
    Ciao a presto.

    RispondiElimina
  3. Ottima informazione questa della casa museo. Quando passo da quelle parti entro.

    Per la zuppa di cipolla cominciamo a provare la prima versione. Ti saprò dire.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Alberto, se ti va visita anche la chiesa di sant Antonio sita nell omonima via. Per quanto riguarda la zuppa, bon appetit come diceva julia child!

      Elimina
    2. Grazie per l'indicazione.

      Elimina
  4. No no, che prima versione, c'è una versione unica.

    RispondiElimina
  5. Provata. Buonissima. Grazie per la ricetta.

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...