mercoledì 20 dicembre 2017

Crostata di ribes nero

Il Natale è dietro le porte, l'atmosfera festosa è visibile ovunque in città. I balconi dei palazzi emanano lucine intermittenti, qui a Milano abbiamo parecchi alberi adorni nelle varie aree del centro cittadino e fa tanto freddo! Tutto sommato la stagione invernale a me non dispiace, sarà che sono nata in questo periodo, ma trovo il freddo nettamente più sopportabile del caldo, dove le estati torride, soprattutto se si è costretti in città, tolgono le energie. Trovo confortante e divertente cucinare in questo periodo, le feste sono una buona scusa per imbandire le tavole e trascorrere con chi ci pare le giornate di vacanza e poi il tepore della cucina ci fa stare in maniche corte anche se fuori ci sono 2 gradi!
Scherzi a parte, ogni stagione possiede la sua bellezza, l'inverno dorme, la primavera risveglia! Forse mettiamo a confronto sempre troppe cose, il caldo con il freddo, la scuola di un tempo con quella odierna, la musica degli anni 80 con quella del nuovo millennio..tutto mettiamo a confronto le tariffe della luce, quelle dei telefoni..sarebbe meglio fermarsi un momento e godere del qui e ora. Che ne dite? Il mio presente non è di quelli stratosferici pieni d'impegni o della serie : scusate ho speso la tredicesima in regali e vestiti per le feste che si presenteranno...al massimo ho finito soldi in spese della casa e conti da pagare! quello che avanza andrà a favore del pranzo che trascorrerò con la mia famiglia. Va benissimo così, e non potevo chiedere di meglio rispetto a qualche anno fa, quando la mia vita era vissuta nel più totale abbandono di rapporti umani o sentimentali, dove l'aridità regnava sovrana. In qualche modo per me ogni giorno da qualche anno a questa parte è sempre Natale e sono contenta di cucinare per chi mi vuole bene veramente. Fondamentalmente le feste diventano un avvenimento "corroborante", alimentano nel nostro inconscio i ricordi fanciulleschi, liberi da qualsiasi preoccupazione. Come avevo già accennato in qualche post passato, per alcuni è un momento decisamente odioso, lo diventiamo vittime, anche indirettamente, del business che snerva e non porta a nulla di sano, intendo emotivamente. Casomai, in primavera torneremo a occuparci del business! riprenderemo a mettere le tariffe della luce a confronto, o del gas dopo che sarà passato l'inverno all'insegna dei caloriferi e forni accesi! scherzi a parte, amo ritrovarmi e passare in maniera conviviale qualche ora con i miei cari. Ritagliamoci un momento, qualche minuto, ore o meglio ancora giorni in tranquillità. Siamo costantemente in contatto con il mondo esterno, non si stacca più la spina, i messaggi dei social inibiscono i nostri istinti personali. Non creiamoci ulteriori dipendenze e cerchiamo di sviluppare uno spazio nostro per vivere serenamente. Torniamo a occuparci di noi stessi, il nostro equilibrio emotivo regalerà sorrisi al nostro futuro e intanto auguro a tutti quanti un sereno Buon Natale.

Ingredienti:

 250g di farina 00
40 g di cacao amaro in polvere
100g di burro
80g di zucchero
2 tuorli
1 pizzico di sale

confettura di ribes nero 



Setacciate la farina con il cacao amaro, fate la fontana e al centro versate lo zucchero, il pizzico di sale e i tuorli. Attorno distribuite il burro a pezzetti. Lavorate l'impasto e fate riposare per 15 minuti in frigo.



Stendete la frolla sullo sulla tortiera, distribuite la confettura di ribes nero e decorate a vostro gusto. L'abbinamento cacao e ribes nero è eccezionale!




Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...