giovedì 4 febbraio 2016

Castagnole ripiene di albicocca

Il carnevale.... quando ero bambina, oltre ai costumi, erano i tortelli ripieni di crema a farla da padrona, che buoni. Oggi, però, ho deciso di mettermi all'opera con le castagnole, più morbide e piene rispetto ai torelli che somigliano invece a dei bignè.
Ehh li ho fritti, perché ci sono dolci che devono essere gustati anche fritti :-) le ho ben riempite con la confettura di albicocche Rigoni di Asiago e ho dovuto nascondere il piatto altrimenti... una tira l'altra!!
 
Ingredienti:
 
200g di farina00
1 cucchiaio di fecola di patate
2 uova
70g di burro
40g di zucchero a velo
un pizzico di sale
mezza bustina di lievito per dolci
zucchero di canna o semola da cospargere sulle castagnole
confettura albicocca  fiordifrutta di Asiago
 
olio di semi di arachide per friggere
 
 
 
In una ciotola mescolate prima gli ingredienti secchi quali farina, fecola, lievito, zucchero a velo e sale.
Aggiungete le uova e il burro freddo e impastate.
Il composto risulterà piuttosto morbido ma maneggevole.


Formate delle palline, non troppo grosse perché in cottura con il lievito crescono.

 
Mentre formate le palline, scaldate l'olio in una pentola a bordi alti.
Suggerisco di metterne un bel po' di olio in modo da immergere le castagnole

 
Quando diventano brune, scolatele e passatele prima nella carta assorbente e poi subito nello zucchero.


 
Infine con l'aiuto di una siringa per dolci farcitele con la fiordifrutta.



lunedì 1 febbraio 2016

Torta al bergamotto

Qualche giorno fa, durante la consueta spesa al supermercato, ho trovato nel reparto ortofrutta, con stupore, il bergamotto.
Il bergamotto viene quasi esclusivamente prodotto nella provincia di Reggio Calabria, dalle zeste del frutto si sprigiona una inteso e gradevolissimo profumo agrumato che avvolgerà tutto l'ambiente, ho pensato di utilizzarne uno per una preparazione dolciaria, volendo si può spremere e berne il succo è un ottimo digestivo.
 Suggerisco di mettere le bucce sul calorifero diventerà un ottimo deodorante per ambienti tutto naturale!
 
 
Ingredienti:
 
Per il pan di spagna:
 
120g di farina
120g di zucchero
2 uova
120g di burro
mezza bustina di lievito per dolci
una tazzina di latte ( opzionale )
 
per la crema:
 
200ml di panna da montare zuccherata
80g di Philadelphia
1 bergamotto
 
 

Preparate il pan di spagna mescolate la farina, zucchero, lievito. Aggiungete le uova sbattute e il burro sciolto. Se la consistenza è troppo densa allungate con un po' di latte. Infornate a 180° per 40 minuti circa. Ho utilizzato uno stampo di 18 cm.

 
Una volta sfornata e raffreddata la torta tagliatela a metà.
 
Spremete il bergamotto e con metà del succo bagnate la torta.
L'altra metà aggiungetela al Philadelphia e alla panna che avrete montato a neve.
Trasferite parte della farcia nella metà della torta e il resto coprite la superficie.
Decorate a piacere, io avevo delle scorzette di arance e cedro candite.
 


giovedì 7 gennaio 2016

Certosino delle sorelle Simili

In occasione delle festività natalizie mi sono ricordata di una ricetta tipica bolognese chiamata certosino o panspeziale. E' un ottimo dolce fatto di frutta candita e secca, aromatizzato con spezie come la cannella, il pepe, noce moscata etc...
Mi avvalgo per la preparazione della ricetta delle sorelle Simili, il dolce si prepara per Natale ma anche dopo non è assolutamente male :-)
 
Ingredienti:
 
500g di miele millefiori o di acacia
250g di canditi misti
200g di mandorle pelate
400g di farina 00
150g di cioccolato fondente a pezzi
2g di sale
pepe, noce moscata e cannella in polvere ( 1 cucchiaino da tè )
150g di uva sultanina
scorze di arancia candita
cedro candito
3g di ammoniaca per dolci
canditi e mandorle per guarnire
 
 
 
 
Scaldate per circa 10 minuti in forno le mandorle e l'uvetta
 
 
Spezzettate il cioccolato fondente
 
 
Preparate in una ciotola la frutta secca e la frutta candita
 

Portate a bollore il miele preservandone un po' per la lucidatura finale del dolce.

 
Versate il miele caldo nella frutta secca e candita, aggiungete il cioccolato e fate sciogliere bene.

 
Aggiungete le spezie, il sale, la farina e l'ammoniaca per dolce.
 

Versate il composto in una teglia e decorate con frutta candita e mandorle
Infornate il certosino in forno già caldo a 180° per 30 minuti poi abbassate a 170° e cuocete per altri 20 minuti.
A termine cottura lucidate il dolce con il miele che avete preservato.



 


mercoledì 16 dicembre 2015

Charlotte di mele e pandoro

Presa dall'atmosfera natalizia mi sono messa all'opera e in una settimana ho sfornato due pandori,  poiché siamo solo due anime in casa mi ritrovo a regalare qua e là i miei manicaretti. Un pandoro sono riuscita a farlo fuori ma 3/4 del secondo era lì sulla tavola. I pandori fatti in casa sono deperibili entro breve tempo, al massimo devono essere consumati in 3 giorni altrimenti si seccano troppo poichè utilizzo il lievito di birra, buttarlo mai! Quindi ho pensato ad una charlotte di mele con base di pandoro, fa molto dolce fine pasto....
 
Ingredienti:
 
4 fette di pandoro
6 mele
100g. di zucchero
100g di burro chiarificato
cannella a piacere ( opzionale )
zenzero a piacere ( opzionale )
succo di 2 limoni
succo di 1 arancia
 
 

Tagliate a cubetti le mele, unite la cannella, lo zenzero in polvere o fresco grattugiato, il succo di limone e arancia e il burro chiarificato. Fate cuocere a fuoco lento in una capiente padella per 5 minuti.


Le mele produrranno molto liquido, trasferite solo le mele in un piatto e conservate il liquido di cottura.

 
Tagliate a fette il pandoro e rivestite una tortiera con le fette, pressate un po' per ottenere una base. Bagnate con il liquido di cottura le fette e versate le mele. Ricoprite con altre fette di pandoro e ugualmente bagnatele con il liquido.
Infornate per 30 minuti a 180° coprendo con la carta argentata la superficie della charlotte.

 
Fate raffreddare bene prima toglierla dalla tortiera.



sabato 21 novembre 2015

Taccozze molisane con i ceci

Qualche  giorno fa sono stata invitata ad una serata enogastronomica molisana, ho accettato con piacere tale invito poiché poco si parla di questa bellissima regione nonchè ricchissima di prodotti culinari.  24 imprese molisane del settore agroalimentare hanno infatti aderito ad un progetto di Unioncamere Molise per promuovere le loro produzioni di eccellenza nell’area milanese. Ho avuto modo di degustare alcuni prodotti tipici e simpaticamente abbiamo partecipato ad un contest stile Master Chef presso la struttura che ospitava l'evento ovvero la Cucina Italiana.
Durante la presentazione dei prodotti ho appreso che il 50%
 della coltivazione del tartufo bianco è molisana! prodotto venduto in seguito sul mercato albese. La regione vanta anche una produzione di mozzarelle rigorosamente di latte italiano e anche interessanti vini fra i quali ho apprezzato personalmente il Kantharos un trebbiano delicato e il Lagena un Doc Tintilia 
A fine contest ( non ho vinto....il mio partner non avvezzo in cucina ha preparato dei cavatelli spessi 1 cm.......) abbiamo mangiato ventricina, cicerchie, mozzarelle arancini,  scamorza molisana e un piatto tra i più semplici ma tra i migliori le Taccozze con i ceci.
Vi posto la mia ricetta, molto semplice e veloce, come sempre.
 
Ingredienti:
 
Per le taccozze:
 
200g di farina di semola
Acqua ( non posso dare una dose precisa dipende quanto assorbe la farina )
Sale un pizzico
 
poi:
 
200g di ceci ( vanno bene anche quelli in scatola )
1 carota
sedano
cipolla
acqua circa 250 ml
 
 
 
 
In una terrina versate la farina, aggiungete l'acqua  e il sale, dovete ottenere un impasto morbido.
Aggiungete acqua all'inpasto fino a quando otterrete la giusta consistenza.


Fate riposare una ventina di minuti l'impasto avvolgendolo nella pellicola trasparente.


Stendete l'impasto fino a renderlo una sfoglia sottile, tagliatelo ricavando tanti pezzetti lunghi circa 5 cm e larghi 1.
 

In una pentola portate a bollore i ceci con le verdure tagliate sottili.
Ho cotto la pasta a parte ci sono voluti circa 10 minuti l'ho scolata e aggiunta ai ceci in brodo.
 




Sotto alcuni prodotti molisani


Ventricina
 
 
 Mozzarella
 

Provola
 

Il piatto del contest! Cavatelli con sugo di pomodoro, ventricina e provola molisana


Frittata con alici e sotto le cicerchie.


martedì 10 novembre 2015

Salsicce arrostite con verdure di Mary Berry

 
Qualche giorno fa passeggiando per via Dante a Milano ho fatto un salto  alla american library bookstore lì ho avuto un'apparizione, il libro di ricette di Mary Berry, non potevo farmelo scappare era anche l'ultima copia rimasta! Io adoro questa donna e le ricette pubblicate sono semplicissime fatte con  pochi, ottimi ingredienti e molto gustose. La prima che mi è saltata allo stomaco :-) è stata la Roasted sausage and potatoes supper.  Una bella teglia di verdure quali patate, cipolle, peperoni e salsicce pronte da infornare. Non avendo tutte le verdure della ricetta ho apportato qualche piccola modifica il piatto sarà sorprendente e gustosissimo.
 
Ingredienti per 2 persone ( aumentate a seconda dei commensali e della fame )
 
2 patate
2 carote
1 cipolla
1 finocchio
180 g di salsiccia di suino
timo
2 cucchiai di olio extravergine di oliva
pepe
3 cucchiai di salsa di soia
 
( la ricetta originale prevede vino bianco io ho optato per la soia )
 
 
 
 

In una ciotola capiente mettete le verdure tagliate e le salsicce, unite l'olio, la salsa di soia ( o vino bianco ) il timo e il pepe. Mescolate bene.

 
Versate il tutto in una teglia e infornate a 200° per 40 minuti




mercoledì 28 ottobre 2015

Vellutata di zucca, porri e finocchi

 
Stasera si mangia la vellutata! Come molti anche io amo la zucca, per comodità acquisto spesso il tipo butternut, la trovo già tagliata e riesco a cucinarla senza troppi impicci. In questa vellutata di zucca ho aggiunto una carota, un porro e un finocchio... che buona che è!
Per accompagnarla vi suggerisco di tostare delle fette di pane e tagliarle a dadini, conditele con un filo di olio, curcuma e curry....non dico altro...
 
Ingredienti:
 
500g di zucca cotta
1 finocchio
1 porro
1 carota
sale q.b oppure un dado vegetale
olio extra vergine di oliva
curcuma
curry
pane tostato
 
 
 
 
 
Tagliate il porro, la carota e il finocchio, la zucca se volete potete aggiungerla cruda a dadini, io per comodità l'ho precedentemente cotta al forno.

 
In una pentola capiente aggiungete alle verdure l'acqua, circa 500 ml...io vado ad occhio, il dado vegetale o il sale a piacere.


Fate cuocere le verdure per 20 minuti, appena saranno tenere aggiungete la zucca già cotta.
Passatele con il minipimer. Una volta fatta la vellutata tostate delle fette di pane, tagliatele a cubetti.
Condite i cubetti con un po' di olio extra vergine, curry e curcuma.
Servite e mangiate!
 








Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...