venerdì 21 dicembre 2012

Pane tricolore

Questo pane potrebbe essere una buona idea per colorare la vostra tavola delle feste.
L'ho preparato diverse volte ed ha riscosso sempre un bel successo.
Ho preso la ricetta delle sorelle Simili ma ho rivisto le dosi e anche la prima lievitazione, che da manuale prevede un fondo con 8 ore di maturazione, ma se non abbiamo molto tempo, possiamo ridurre i tempi pur ottenendo un ottimo risultato.
Ho scelto la spirale come forma ma potete usare la vostra fantasia e optare per una treccia, una corona..

Ingredienti:

Per il lievitino:

200g di farina 0
7 g di lievito di birra
100g di acqua

Per il pane bianco:

100g di lievitino
100g di farina 0
50g di acqua
15g di burro
5g di lievito
un pizzico di sale

Per il pane verde:

100g di lievitino
100g di farina 0
50g di spinaci surgelati, scongelati, tritati e strizzati ( conservate il liquido )
per quando riguarda l'acqua pesate quella degli spinaci e arrivate a 50 aggiungendone dell'altra
15g di burro
5g di lievito
un pizzico di sale

Per il pane rosso:

100g di lievitino
100g di farina 0
2 cucchiai di concentrato di pomodoro
50g di acqua
15g di burro
5g di lievito
un pizzico di sale

 Preparate il lievitino e fate raddoppiare per circa 1 ora.

Lavorate i tre impasti con i dosaggi che vi ho dato, eventualmente bisognerà aggiungere della farina
all'impasto di spinaci e pomodoro.

Fornate 3 palle e fate lievitare per 1 ora

 Stendete con il mattarello i tre impasti
 Io li ho sovrapposti mettendo come base quello bianco
 Arrotolateli
 Una volta formato il filone, se avete la cassetta per cuocere il pane, la imburrate e mettete il pane a lievitare per 40 minuti
 Infornate  200° per 45 minuti

giovedì 20 dicembre 2012

Lasagne marinare

Sfogliando il giornalino dell'esselunga ho trovato la ricetta delle lasagne marinare, non ho utilizzato gli stessi ingredienti ma il misto per primi piatti fresco, comprato proprio all'esselunga ;-).
 Il piatto è davvero gustoso, originale e leggero.
 
Ingredienti per 2 persone:
 
4 fogli di lasagne all'uovo
un misto di pesce, nel mio c'era il polpo, pesce spada, salmone
mezzo porro
Timo
 aneto
1 foglia di alloro
olio evo
un pò di vino bianco per sfumare
 
 
Se utilizzate le sfoglie all'uovo secche sbollentatele in acqua salata
per qualche minuto. Fatele asciugare su un telo di cotone.
Appassite in un pò di olio evo il porro tagliato a rondelle.
Aggiungete il pesce e gli odori: timo, aneto e alloro.
Cucinate per qualche minuto, sfumate il tutto con del vino bianco.
A questo punto preparate le lasagne distribuendo il pesce sopra la sfoglia.
Io le ho chiuse a portafoglio altrimenti create gli strati.
Passate il piatto nel forno caldo per qualche minuto.
Servite


mercoledì 19 dicembre 2012

Gnocchi allo zafferano

A Milano c'è un traffico pazzesco...non so se la gente è impazzita improvvisamente ma vi posso garantire che anche all'interno dell'area C non si può circolare in auto..mah...
Mentre osservavo questo via vai di auto, moto, taxi e poveri ciclisti concentrati più che a pedalare, a portare la pellaccia viva a casa, ho visualizzato un piatto di gnocchi...boh non so il perchè.
Così arrivata a casa mi sono messa all'opera. Per dare un tocco di diversità alla cosa ho aggiunto all'impasto dello zafferano.
 
Ingredienti:
 
O seguite la vostra ricetta per gli gnocchi oppure potete fare così, le quantità sono per 2:
 
2 patate grosse
200g di farina 00
una bustina di zafferano
io ho usato anche 2 albumi che mi erano avanzati altrimenti 1 uovo
un pò di sale
 
per la salsa al formaggio:
 
scegliete o del taleggio oppure io del brie ( quello che ho usato in questo caso )
una tazzina di latte
 
 
Cuocete le patate, passatele  nello schiaccia patate, fate raffreddare.
Impastate assieme alla farina e lo zafferano.
Preparate gli gnocchi.
Portate a bollore l'acqua salata, tuffate gli gnocchi, appena saliranno a galla metteteli in un piatto di portata.
 
In un pentolino sciogliete il fomaggio con una tazzina di latte.
Condite gli gnocchi.
 

lunedì 17 dicembre 2012

Antipasto di mazzancolle


Per fortuna ha smesso di nevicare, la neve a Milano proprio non la sopporto, eppure quando ero piccina mi divertiva da morire e spesso speravo nella chiusura delle scuole il giorno dopo "causa neve".
Comunque, siamo in dicembre, a pochi giorni dal Natale e quindi che Natale è senza un pochino di neve?
Sono stata all'esselunga e tra le varie offerte ho acciuffato delle mazzancolle surgelate, si lo so un buon foodblogger dovrebbe acquistarle fresche direttamente dal banco della pescheria ma visto che a volte anche io vado di fretta, ho voluto preparare un antipasto rapido. Potrebbe essere un'idea per i pranzi o cene delle feste.

Vi occorre: la ricetta per l'hummus da usare come letto per le mazzancolle.
 Delle mazzancolle fresche o surgelate sbollentate.
Condite con un filo di olio extravergine di oliva, paprika ed erba cipollina sminuzzata quà e là.

Baci a chi passa di qua.



giovedì 6 dicembre 2012

Zuppa di cipolle


Oggi mi trovavo dalle parti di corso Buenos Aires a Milano, camminando mi sono imbattuta in una casa museo in via jan..mai vista prima di oggi! Sono rimasta basita, avevo un pò di tempo a disposizione e ho approfittato per andare a curiosare. Ho visitato la casa museo Boschi Di Stefano, una mostra deliziosa di opere d'arte del XX secolo allestita in un appartamento. L'ingresso è gratuito ed ho saputo che ci sono diversi siti di arte in Italia dove l'accoglienza è curata dai Soci del Touring Club. Vi lascio il link www.apertipervoi.it
Soddisfatta di questa piacevole esperienza, vi lascio la ricetta di una zuppetta che ho sperimentato oggi. Una buona zuppa di cipolle, tipo quella francese, ma diciamo tipo...

Ingredienti:

3 cipolle grosse
un litro di brodo vegetale
3 cucchiai di farina
una spruzzata di cognac ( facoltativo )
un cucchiaino di zucchero
1 pizzico o 2 di sale 
olio extravergine di oliva
pepe a piacere

formaggio tipo raclette o contadino e gruyere
parmigiano grattato
fette di pane, anche pancarrè tostato

 Come prima operazione mettevi degli occhiali...no vabbè bisogna tagliare a fettine sottili le cipolle e la lacrima sarà garantita. Poi, si fanno cuocere circa 15 minuti in padella aggiungendo lo zucchero e il sale. Verso la fine sfumiamo con un bicchierino di cognac.
 A questo punto aggiungiamo i 3 cucchiai di farina e mescoliamo bene, circa 2 minuti.
Aggiungiamo in seguito il brodo vegetale e facciamo cuocere per 30 minuti.
Se vi piace aggiungete del pepe.
 Versiamo infine la zuppa in terrine che possono andare in forno, mettiamo il formaggio tagliato a fette,
il pane tostato e cospargiamo con il parmigiano grattato. Inforniamo e facciamo gratinare per 5 minuti.

lunedì 3 dicembre 2012

Crostata ai frutti di bosco e...

Questa è una ricetta che ho copiato dal blog Pan con l'olio.
Sono rimasta colpita dal top di meringata e ho subito visualizzato un bel ripieno di fiordifrutta ai frutti di bosco. E' spettacolare, molto delicata e sofisticata.
 
Ingredienti per la frolla:
 
200g di farina
100g di burro
80g di zucchero
1 pizzico di sale
2 tuorli
 
per la meringata:
 
2 albumi
1 pizzico di sale
per lo zucchero la fonte dice il doppio del peso degli albumi
i miei erano 60.g quindi 120g. di zucchero
 
ripieno:
 
 
 
Procedete impastando la base della frolla, infornate a 180° per 20 minuti
Bucherellate la base per evitare le montagnette .
 
Fate raffreddare e farcite con la fiordifrutta.
 
Montate a neve gli albumi con un pizzico di sale e in seguito aggiungete lo zucchero.
 
 
Disponete la meringa sulla torta e infornate a 100° per 1 ora.


venerdì 30 novembre 2012

Zuppa di aglio ( Aigo Bouido Julia Child )

Non abbandonate la lettura subito dopo il titolo, l'aglio non si sente affatto, conferisce il sapore alla minestra ma non sarà ne stomachevole, non si proporrà durante le ore successive e potrete tranquillamente parlare in pubblico senza mietere vittime. 
La ricetta l'ho presa dal libro Mastering the art of French Cooking di Julia Child, si chiama Aigo Bouido ( garlic soup ).
Vi consiglio di utilizzare un buon aglio, la ricetta che pubblico è per 2 persone.
 
Ingredienti:
 
8 picchi di aglio spellati
Mezzo litro di acqua
2 cucchiai di sale
pepe a piacere
2 chiodi di garofano
2 foglie di salvia
1 rametto di timo
2 cucchiai di prezzemolo tritato
1 foglia di alloro
olio di oliva
 
3 tuorli di uovo

 
Aggiungete nell'acqua tutti gli odori, gli spicchi di aglio spellati e un filo di olio di oliva.
Portate a bollore e fate cuocere per 30 minuti.
Fate raffreddare

 
In una terrina sbattete  3 tuorli d'uovo e aggiungete a filo l'olio extra vergine di oliva, come per fare una maionese. Dovete ottenere una consistenza morbida.
Aggiungete la preparazione nel brodo che avrete filtrato e fatto raffreddare.
Tostate un pò di pane, scaldate la zuppa prima di servirla.
 

lunedì 26 novembre 2012

Terra e Mare


 La natura offre materie prime che ci permettono di vivere. Il grano è un cereale molto versatile, in cucina possiamo usarlo nelle pietanze salate o dolci. Ciò che voglio proporvi oggi, è una ricetta a mio avviso molto completa, a base di grano intergale e pesce. Si tratta di un piatto ricco, vi sentirete sazi ma non appesantiti. Da provare. Baci a chi passa di qui. Alla prossima.

Ingredienti per 2 persone:

100g di grano integrale biologico  Ecor
500 ml di acqua
un filo di olio extravergine di oliva
un dado vegetale
timo
300g misto di pesce fresco per primi piatti


 L'esecuzione è molto semplice, basta tostare nell'olio il grano, proprio come il riso, cuocerlo nel brodo
vegetale e timo per circa 15 minuti.  Aggiungere il pesce e far asciugare il brodo per altri 10 minuti.

 Guarnire se vi piace con prezzemolo e aglio

martedì 20 novembre 2012

Vichyssoise


 Mi sembra giusto, visto la temperatura esterna, proporre una vellutata da servire fredda!
Ci vuol pazienza! sfogliando il libro di Julia Child ho letto la ricetta e visto che avevo tutti gli ingredienti a disposizione l'ho preparata al volo. Inutile dire che se volete la potete gustare tranquillamente calda ( come ho fatto io del resto ), o nel caso qualcuno di voi abitasse in un posticino bello caldo e avesse voglia di una bella vellutata fresca ecco qui la Vichyssoise!
Cosa occorre:

Posto la ricetta per 4 persone:

2 porri
3 patate
1 cipolla bionda
1 cucchiaino di burro
1litro di brodo di pollo
150ml di latte
100ml di panna da cucina
sale a vostro gusto
pepe bianco
erba cipollina




  Tagliate a pezzetti le verdure. Rosolate prima i porri e le cipolle nel burro, in seguito aggiungete
le patate.

 Unite il brodo, aggiustate di sale e pepe.
Fate cuocere per circa 25 minuti, le verdure devono essere tenere.
A questo punto unite il latte e la panna da cucina.
Passate il tutto nel minipimer fate raffreddare e servite guarnendo la vellutata con erba cipollina.


sabato 17 novembre 2012

Emporio Ecologico

 
Un paio di settimane fa mi è arrivata una mail di invito alla prova prodotti di Emporio Ecologico.
Le prime 100 adesioni avrebbero ricevuto alcuni prodotti omaggio. Evidentemente sono stata rapida  e qualche giorno mi è arrivato il loro pacco contenente una confezione di riso rosso Thailandese, del grano duro integrale e dei fagioli neri.
Il negozio online lo trovate a questo indirizzo  i prodotti Ecor potete trovarli anche nei negozi Naturasi e Cuore Bio. Prossimamente vedrete la realizzazione di alcune ricette in cucina. Baci a chi passa di qui.
 
 



giovedì 15 novembre 2012

Superfrolla

Da tempo avevo in mente di preparare questo tipo di frolla, ieri sera mi sono messa all'opera.
Dovrei anche piantarla di cucinare ad orari assurdi anche perchè una volta sfornati i biscottini, ne ho mangiati alcuni, per poi domandarmi come mai ingrasso o non riesco a dimagrire...comunque...vale la pena farli.
La ricetta è quella delle Simili e mi sento di riportare pari pari ciò che scrivono nel libro: "questo tipo di frolla non sopporta alcun peso, quindi non utilizzatela come basi per crostate".
 
Ingredienti:
 
250g di farina 00
150g di burro a temperatura ambiente
100g di zucchero ( zefiro o a velo )
3 tuorli sodi

 
 Si dispone a fontana la farina, aggiungete lo zucchero e tagliate a tocchetti il burro disponendolo
attorno alla fontana. Nel mezzo aggiungete i tuorli sodi passati al setaccio.
 
Lavorare il tutto e una volta formato il panetto, avvolgetelo nella pellicola trasparente e fatelo riposare in frigo per 1 ora.

 
a questo punto date la forma che desiderate per i biscotti e infornate
a 180° per circa 15 minui. Devono dorarsi leggermente.
 
Io ho voluto aggiungere, una volta raffreddati, la Fiordifrutta di More di Rovo,
Potete anche intingere una parte dei biscotti nel cioccolato oppure gustarli così
al naturale.


martedì 13 novembre 2012

Tortino di patate e coste

Normalmente cucino per me sola, ma ogni tanto capita di trovarmi in cottura diversi alimenti, come se dovessi preparare la cena per 4 persone. Ieri sera, ad un certo punto mi son ritrovata con patate lesse in quantita industriali, un chilo di coste, una facaccia di ceci e un filetto di tonno...per poi domandarmi: ma chi se la mangia tutta questa roba??? Per farla breve oggi ho cercato di assemblare un pò di verdure creando questo tortino.
Buono come contorno o cena leggera.
 
Ingredienti:
 
2 o 3 patate
coste lessate
parmigiano
un filo di olio evo
 
 
 
Io ho cotto le patate e le ho tagliate a fettine sottili

 
Con l'aiuto di un coppapasta ho messo uno strato di patate
alternando con uno strato di coste tagliate a pezzettini
ho aggiunto nei vari strati un pò di parmigiano.
Ho cotto in forno a 180° per circa 15 minuti.
Infine ho aggiunto un filo di olio.






lunedì 5 novembre 2012

Focaccine dolci speziate

Oggi, voglio proporvi una ricetta particolare, sia per il sapore che per l'esecuzione, queste focaccine dolci.
In portoghese  si chiamano Broas de mel e la ricetta l'ho rovata  qui .
Sono molto speziati, ero un pò titubante per la presenza dei semi di finocchio, ma posso garantirvi il sapore è veramente particolare, inoltre ho utilizzato il miele di limone quindi il sapore è davvero eccezionale.
In altri siti, ho visto che qualcuno aggiunge le uova o gherigli di noce e zucchero di canna. Io ho scelto questa versione, priva di uova e noci.
Se vi va provatela.

Ingredienti:

100g di zucchero
70g di miele di limone della Rigoni di Asiago
2 cucchiaini di semi di finocchio
70g di olio di semi
70g di acqua
1 cucchiaino di cannella in polvere
300g di farina 00
1 cucchiaino di lievito per dolci
un pizzico di sale

Mettete in una pentola lo zucchero, i semi di finocchio, la cannella, il pizzico di sale e l'olio.
 Aggiungete l'acqua, a questo punto accendete il fuoco, appena il composto diventerà caldo unite il miele .
 Appena comincerà a bollire versate tutta in un colpo la farina con il cucchiaino di lievito per dolci.

 Il composto è simile a quello della pasta choux, molto morbido ma lavorabile.
Versatelo in un recipiete o sul piano di lavoro infarinato.

 Fate raffreddare un pò la pasta, prelevate dei pezzetti dando una forma tipo quella dei ricciarelli.
Infornate a 180° per 15/20 minuti. Una volta cotti fate raffreddare e spolverate con zucchero a velo.


mercoledì 31 ottobre 2012

Mousse Nocciolata

 Non so voi, ma quando  preparo dolci a base di cioccolato combino sempre un sacco di macelli oltre a sporcare in maniera inverosimile.
Qualche settimana fa, volevo preparare una di quelle torte cioccolatose e morbide e navigando quà e là ho trovato il blog di una fanciulla, che purtroppo,  non aggiorna più ma fortunatamente è sempre on line e consultabile. Ho trovato una torta meravigliosa chiamata Montecarlo ( Alain Ducasse ) bella e buona. Ho dovuto modificare le dosi, e alcuni ingredienti,  dalle numerose foto, noterete che le prime rappresentano una torta di dimensioni grandi, poi ho preferito ridurla con un cerchio di alluminio.
Vi elenco gli ingredienti, con le uova non sono andata a peso ma a quantità, viene buona lo stesso ;-)

Ingredienti:

Per il bisquit al cioccolato:

2 uova grandi
50g di burro
100g di cioccolato fondente
50g di zucchero

Per la mousse:

150g di Nocciolata  della Rigoni di Asiago
50g di pralinato
200g di panna montata

Per la glassa al cioccolato:

50g. di burro
100g di cioccolato fondente



Per la preparazione del bisquit occorre dividere i tuorli dagli albumi.
Montare a neve gli albumi con lo zucchero e sciogliere il cioccolato con il burro ( in un pentonlino va bene ).Fate raffreddare un pò il cioccolato, unirlo agli albumi e poi aggiungere i tuorli, mescolare bene. Stendere il composto in una teglia da forno rivestita da carta forno e mandare in cottura per circa 10 minuti a 190°



 Scaldare qualche secondo nel microonde la Nocciolata e unire il pralinato.



 Montare la panna e aggiungere la Nocciolata con il pralinato....non vi dico che bontà...

Intanto avrete tolto dal forno il bisquit, bisogna farlo raffreddare un pò. Se il bisquit è in  eccesso potete utilizzarlo come ulteriore strato nella panna montata con la nocciolata


Rifinite lo strato con la paletta a gomito se l'avete

 I questo caso io congelo il dolce, prima di servirlo lo ricopro con la glassa .
Per fare la glassa basta semplicemente fondere il cioccolato con il burro e versarlo sopra il dolce.


Se avete voglia guarnite con il caramello




Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...